mercoledì 29 novembre 2017

martedì 28 novembre 2017

Ed eccoci sempre più immersi nel mondo Erasmus+.

Giovedì 23 novembre il nostro Dirigente Scolastico Prof.ssa Rosalia Schirò è andata in trasferta a Napoli per partecipare ad un meeting per i nuovi beneficiari Erasmus+  KA2 School to School! 

Il confronto con colleghi, DSGA e rappresentanti dell'Agenzia Nazionale ha costituto per il nostro capo d'istituto un momento fondamentale di riflessione per capire come gestire al meglio il progetto.

 E adesso tutti a lavoro!

Le foto dell'incontro sono disponibili al seguente link:

https://www.facebook.com/pg/ErasmusPlusIta/photos/?tab=album&album_id=1640282316033934 

 

lunedì 6 novembre 2017

EUROPA LATINA

"Europa latina" è il nome del progetto Etwinning che vedrà coinvolti quest'anno i nostri ragazzi insieme ai compagni francesi, spagnoli e portoghesi!
Le attività sono iniziate da subito con la proposta a tutti gli alunni dei quattro Paesi di realizzare un logo  per il progetto Erasmus seguendo le indicazioni della scuola capofila; tutti i disegni verranno caricati a breve nel nostro TwinSpace e presto verrà designato il vincitore del concorso che è stato accolto con molto entusiasmo da tutte le nostre classi.
Sono però davvero tante le proposte di lavoro che coinvolgeranno i ragazzi fino al mese di maggio!
La nostra scuola dedicherà al progetto E-twinning anche degli incontri pomeridiani, come negli anni precedenti,  dove verranno sviluppati i temi stabiliti dal gruppo: le tradizioni natalizie nei diversi Paesi, il Carnevale, una descrizione di se stessi in lingua  etc. 
Tanti sono i colleghi del nostro istituto già coinvolti e entusiasti all'idea di collaborare per rendere il progetto una vera occasione di crescita e confronto per i nostri ragazzi!

martedì 24 ottobre 2017

ECCOCI DI NUOVO QUI!



Eccoci di nuovo qui! 
Il nostro blog riparte perché è appena iniziata la nostra nuova avventura targata Erasmus+!
Infatti  grazie alla piattaforma e-twinning, prezioso strumento di lavoro coi ragazzi anche per lo scorso anno, abbiamo trovato un istituto francese, uno spagnolo e uno portoghese con i quali ideare  un progetto di partenariato triennale.
È possibile immaginare la nostra gioia nello scoprire che anche questa candidatura ha centrato l’obiettivo e ci sta portando una seconda grande opportunità che speriamo di poter sfruttare in pieno nei prossimi tre anni!
E così in occasione degli Erasmusdays del 13 e 14 ottobre, abbiamo organizzato il primo incontro ufficiale, una conferenza stampa in cui presentare il nuovo progetto nelle sue tappe e nei suoi obiettivi principali.
I più coinvolti  da questo incontro  sono stati senza dubbio gli alunni delle classi prime della secondaria di primo grado; tra questi, infatti, verranno selezionati i ragazzi che prenderanno parte al progetto eTwinning che quest’anno unirà le scuole partner, e poi quelli che vivranno in prima persona l’esperienza di mobilità all’estero e potranno recarsi nei tre Paesi ospitanti tra la primavera del 2019 e quella del 2020.
Anche i ragazzi più grandi, però, durante questi tre anni nelle ore curriculari  e non verranno coinvolti in numerose attività ( ideazione di un logo, approfondimento dello studio delle lingue, realizzazione di video etc.)  che renderanno il progetto un vero e proprio strumento di crescita per l’intero istituto.
Come referenti e progettiste Erasmus  siamo sempre più convinte che le opportunità fornite dal programma siano veramente uniche e preziose a più livelli e per questo avremo il piacere di condividere la nostra esperienza con chi vorrà seguirci, sia qui sul nostro blog che sulla pagina fb!
Uno, due, tre.... si riparte!!!




mercoledì 15 giugno 2016

Al traguardo

31 maggio: come ogni cosa bella anche il nostro progetto ha avuto una data di chiusura ufficiale.
Qualche giorno prima, il 23 maggio,  abbiamo organizzato l'incontro finale  di disseminazione per il collegio docenti con in cuore un mix di sensazioni diverse: la malinconia nel ripercorrere i ricordi dei nostri mesi tra i mulini a vento, la consapevolezza di una scadenza ormai vicina che chiude un anno di lavoro intenso ma entusiasmante, la voglia di continuare a far proliferare i frutti dei nostri mesi di lavoro, il desiderio di trattenere il più possibile quell'energia positiva che nasce dagli incontri, dai confronti, dalla scoperta.
Quali traguardi abbiamo raggiunto? Quale ricchezza abbiamo portato nelle nostre classi dopo una tale esperienza? Come siamo cambiate noi e i nostri alunni? Siamo riuscite a disseminare al meglio i risultati del nostro anno di studio, di osservazione, di sperimentazione?
Queste alcune delle domande che ci siamo poste nel preparare le slides per il Collegio docenti e che ancora continuiamo a porci in questi giorni in cui siamo alle prese con il report finale e la Piattaforma per la disseminazione...
Pensiamo agli spunti che del metodo Dalton abbiamo portato nel nostro istituto e siamo certe che questi hanno aiutato gli alunni ad  acquistare consapevolezza dei propri punti di forza e delle proprie debolezze, a svolgere dei compiti in autonomia e a gestire meglio il proprio tempo in aula e a casa. 
Siamo ancor più soddisfatte per la divisione dei nostri ragazzi in fasce di livello in quanto abbiamo visto alunni con prerequisiti minimi riuscire a svolgere i compiti assegnati al proprio  gruppo senza troppe difficoltà vincendo il senso di frustrazione derivato dal non riuscire a fare «le stesse cose degli altri»; ma abbiamo anche dato all'alunno con abilità maggiori la possibilità di non  annoiarsi troppo, di non distrarsi ma di potenziare le sue competenze con attività più impegnative e per lui maggiormente interessanti.
Siamo convinte che quando ognuno di noi riesce a fare ciò che gli  viene richiesto si sente meno frustrato, e il principio vale a maggior ragione per i nostri ragazzi. 
Il nostro impegno sarà quello di considerare la meta raggiunta non come conclusione ma, al contrario, come un input verso risultati più solidi e duraturi; punto di partenza per un'opera di disseminazione che continua nel territorio e non solo.
Doverosi sono però, alla conclusione di un percorso, i ringraziamenti: al nostro tutor Anne e a tutto lo staff del De Gondelier, ai loro alunni che hanno partecipato coi nostri al progetto su E-twinning, ai dirigenti che, al rientro, ci hanno invitato nelle loro scuole per farci condividere la nostra esperienza, ai colleghi che ci hanno scritto su fb, per posta,su e-twinning, che hanno partecipato ai nostri incontri o hanno bussato al nostro sportello informativo, ai genitori che hanno supportato il nostro lavoro in aula senza timore delle novità, ma anzi manifestandoci il loro apprezzamento, ai nostri ragazzi che ci hanno dimostrato ogni giorno, col loro entusiasmo e la loro partecipazione, che vale davvero la pena innovare, mettersi alla prova, sperimentare, provare a cambiare gli aspetti più anacronistici del sistema scolastico italiano.
 Un ultimo grazie all'agenzia nazionale Erasmus+ che ci ha permesso di vivere un sogno targato Europa. 

mercoledì 11 maggio 2016

premio Manzoni festeggiando l'Europa

Una giornata emozionante quella del 9 maggio, una festa grande che ha visto riunite in un palazzetto sportivo della città tutte le classi del nostro istituto.
Tanta emozione, un po' di confusione e poi musica, canti, balli, concertini e attività sportive si sono susseguiti per circa due ore intense e coinvolgenti.
Tra i momenti più solenni della manifestazione dedicata ai giovani e l'Europa c'è stata la consegna del "premio Manzoni" a figure illustri della nostra città che hanno portato il nome di Messina fuori dai suoi confini.
E, che sorpresa per i ragazzi del progetto ""Italy and Netherlands working on e-twinning", l'importane riconoscimento è andato anche a loro, per la serietà, l'entusiasmo e la curiosità con cui si sono relazionati con i coetanei del De Gondelier!
Ben disposti in fila davanti al pubblico, in 22 sui 24 partecipanti hanno ricevuto l'attestato con la motivazione del premio e si sono messi in posa per le foto di rito. Le immagini del momento le condivideremo non appena saranno pubblicate dal gruppo CominicAzione che si è occupato, come sempre fa in modo egregio, di immortalare ogni momento della cerimonia.
Dulcis in fundo, a  conclusione dell' intensa mattinata, le ragazze del gruppo Erasmus+ (come tutti ormai le chiamano a scuola) hanno ballato sulle note del brano "Something big", coinvolgendo con la loro allegria e la loro carica tutti i compagni dell'istituto.
Alle 13 si torna a casa, contenti, eccitati, con tanta carica e un premio importante di cui poter andar fieri!


martedì 3 maggio 2016

"Something big"

Si avvia alla conclusione il progetto "Italy and Netherlans working on etwinning", ideato per mettere in contatto i nostri alunni con i coetanei della scuola olandese nostra partner Erasmus +.
Nell'ultimo incontro di venerdì scorso Martina, Sergio, Matteo, Gabriele, Sofia, Magda, Karen, Roberto, Laura, Giovanni e gli altri hanno realizzato delle schede su alcune delle opere di Antonello da Messina in esposizione  (in riproduzione, ovviamente) presso l'Auditorium del nostro istituto.
Felice infatti è stata la coincidenza tra il periodo in cui la nostra scuola ha ospitato un' interessante mostra sull'artista e quello in cui erano previsti dal progetto gli incontri sullo stesso argomento in considerazione dei fondamentali contatti tra Antonello da Messina e la pittura delle Fiandre.
 I nostri alunni, alcuni dei quali hanno pure preso parte ad un incontro  proposto  dagli stessi organizzatori della mostra, hanno condiviso sul twin-space materiale, foto e informazioni sulle tavole che più li hanno colpiti.
Pietro e Andrea (IIIA)con Alice (IIIB)  hanno invece inviato un lavoro sul confronto tra il metodo di studio e l'organizzazione scolastica in Italia e Olanda mentre Siria e Maria Giulia (IIE) hanno relazionato sulle nostre prelibatezze gastronomiche.
Grandi e piccoli hanno così potuto mettere alla prova in questi mesi le loro abilità nella comunicazione in lingua inglese.
Il prossimo venerdì le ragazze del gruppo saranno invece impegnate nelle prove finali della coreografia che hanno preparato nelle ultime settimane in vista della festa dell'Europa prevista per il 9 maggio. In questo importante momento di condivisione e socializzazione finale che l'istituto sta organizzando da mesi con impegno e cura, in una data importante in tutta l'UE, per il loro balletto le alunne più grandi, improvvisate coreografe (in primis Alice  Ganfi IIIB e Elena Giacobbe IIC ) hanno proposto un brano musicale dal titolo assai significativo "Something big" .
Scelta condivisa anche da  noi insegnanti che  siamo sicure, come dice il testo della loro canzone, che è possibile far scattare una scintilla per accendere un fuoco.